M’illumino di meno

Mancano 10 giorni alla festa del risparmio energetico M’illumino di meno. La celebre campagna radiofonica promossa da Caterpillar di Radio 2, dopo aver spento simbolicamente mezza Europa, è giunta alla sua ottava edizione.

Testimonial speciali di questa iniziativa sono i sindaci di tutta Italia, che sono invitati a mettere in atto il maggior numero possibile di comportamenti virtuosi. Numerosissime sono le iniziative che si stanno diffondendo nelle varie città italiane, tra cui anche numerosi concerti. Ma Caterpillar invita tutti a concentrare nell’intera giornata del 17 febbraio tutte le azioni virtuose di razionalizzazione dei consumi, sperimentando in prima persona le buone pratiche per la riduzione degli sprechi, la produzione di energia pulita, la mobilità sostenibile, le riduzione dei rifiuti.

C’è bisogno di costruire e di diffondere una nuova cultura energetica, per il nostro futuro e per il futuro dei nostri figli. È vero, a volte costa impegno e fatica, soprattutto per chi come me è cresciuto nella bambagia e nelle comodità. Ma questo tipo di iniziative, che partono dal basso, che rendono tangibili i risultati e visibile il risparmio, sono un’ottima palestra per allenarsi alle buone pratiche di vita ecosostenibile, tanto più che, coinvolgendo gran parte della popolazione e in modo festoso, rendono lo sforzo meno doloroso e ci permettono di sentirci parte di una grande, viva e buona community.

Qui sotto potete leggere il decalogo delle buone pratiche per risparmiare energia, preso dal sito di Caterpillar.

(Se cliccate qui potete leggere anche le interessantissime integrazioni al decalogo)

IL DECALOGO DI M’ILLUMINO DI MENO

Buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno (e anche dopo!)

1. spegnere le luci quando non servono

2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici

3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola

5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre

6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria

7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne

8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni

10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Nel decalogo invitano a mantenere queste buone pratiche anche dopo la festa del 17 febbraio; noi invece, come molte altre persone, abbiamo già iniziato da tempo a metterle in atto:

1. Amélie già da sola fa il giro della casa per spegnere le luci quando non servono, “sennò si consumano”.

2. Abbiamo installato un pulsante che spenga tutte le apparecchiature che altrimenti rimarrebbero in stand by.

3. Il frigo non lo sbriniamo spesso, perché a dire il vero non ne ha bisogno: è uno di quelli super tecnologici. Acquistare elettrodomestici in classe A può essere un buona pratica, anche per risparmiare energia e risparmiere tempo!

4. Mettere il coperchio sulla pentola per la pasta serve a far bollire prima l’acqua riducendo la dispersione termica (leggi qui per approfondire). Direi che non ci vuole un scienziato per spiegare che se la fiamma sta fuori dalla pentola, invece di scaldare il contenuto di quella pentola, si scaldano solo i manici col rischio di fonderli se sono di plastica o di scottarci se dalla fretta ci dimentichiamo di usare le presine.

5. Questo è un punto dolente… non tanto a casa dove il termostato è regolato per scaldare solo quando c’è qualcuno in casa, ma a scuola. Sapete com’è… aule con grandi vetrate… i bambini che fanno l’effetto dell’asino e del bue nella capanna scaldando e surriscaldando l’ambiente con la loro energia cinetica… tanto che si possono raggiungere temperature elevate anche in pieno inverno. Allora sì, purtroppo siamo costretti ad aprire le finestre.

6. A casa non abbiamo spifferi per fortuna, ma potrebbe essere questa l’occasione per confezionare n bel paraspifferi in feltro: sono così carini!

7. Questo manca!

8. Da quando Danilo ha scoperto questa cosa, tutte le tende di casa che coprivano i termosifoni ora sono annodate, dando un’aria casual all’ambiente domestico.

9. Anche questo manca, ma penso che Danilo si stia già attrezzando.

10. Da quando Danilo fa finta di lavorare nello stesso paese dove lavoro io, spesso capita che facciamo una macchina sola. Io ne ho approfittato anche per tornare a casa a piedi in un paio di occasioni. Una passeggiata di quasi 2 ore (sono circa 10 km) lungo la pista ciclabile che costeggia il nostro torrente. Risparmio energetico, unito al risparmio sulla palestra, unito al benessere di una camminata in mezzo alla natura! Penso che lo farò più spesso!

E voi? Quali di queste buone pratiche di risparmio energetico adottate?

Ti potrebbe interessare anche:

Le azioni del buon senso

Stirare? No grazie

Swap party: rinnovare il guardaroba gratuitamente e in modo ecosostenibile

About these ads

Un Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Betty
    feb 08, 2012 @ 09:23:50

    Noi siamo carenti sulla pratica n. 3 (il mio frigo viene sbrinato forse una volta l’anno….lo so, devo migliorare!) e parzialmente sulla n.2: rimane in stand-by solamente il decoder collegato al televisore, perché la sua presa elettrica è talmente ben nascosta da rischiare una slogatura al polso ogni volta che va inserita…
    Qualche anno fa abbiamo isolato i termosifoni agganciati alle pareti esterne, e devo dire che la differenza (anche in bolletta) si sente.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 37 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: